Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.
Chiudendo questo banner l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.
Ulteriori informazioni ...

Ok
Diarrea in viaggio: la minaccia di una vacanza serena

Diarrea in viaggio: la minaccia di una vacanza serena

Purtroppo stiamo parlando di una malattia molto più comune di quello normalmente si pensa (20-30% dei viaggiatori internazionali per un totale di 10 milioni di soggetti!), pronta in agguato per rovinare il tanto agognato periodo delle vacanze. Generalmente la diarrea si manifesta con maggiore probabilità in base a specifiche destinazioni come per esempio America Latina, Africa, Medio Oriente e Asia, interessando con maggior frequenza giovani adulti, immunodepressi, soggetti affetti da malattie croniche e in terapia prodotti che riduco l'acidità gastrica. Perchè si soffre di diarrei quando si viaggia? I motivi principali di questo contagio sono l’ingestione di alimenti o bevande contaminate. La manifestazione di questo fastidiosio episodio è molto variabile in quanto può apparire sia nella prima settimana dal contagio che in periodi successivi, addirittura anche una volta terminata la vacanza, fattore che rende non sempre facile una diagnosi accurata. I sintomi più comuni, oltre ovviamente ad una diarrea acquosa (di solito 5-6 episodi/die) che evolve a partire da un semplice aumento della frequenza e del volume di defecazione, sono comuni nausea, il vomito, la diarrea, i crampi addominali, gonfiori, febbre e il malessere generalizzato. Come alleviare i sintomi della diarrea in vacanza La risoluzione della diarrea si mostra molto variabile a seconda dei batteri implicati e della performance status del soggetto, includendo periodi che vanno da pochi giorni fino a un mese. Esistono diverse misure igienico sanitarie che permettono di minimizzare il rischio di contagio. Alimenti che potrebbero causare diarrea: Evitare cibi e bevande preparati e conservati in condizioni igieniche dubbie (es. venditori ambulanti) preferire per le bevande formati confezionati consegnati chiusi; Evitare di mangiare carni o pesci crudi o poco cotti; Evitare di mangiare frutta e verdura cruda senza averla sbucciata; Evitare acqua del rubinetto, ghiaccio, latte non pastorizzato. Quali alimenti sono da preferire? L’acqua frizzante in bottiglia; Tè e caffè caldi; Birra; Vino; Acqua bollita o trattata in modo opportuno con iodio o cloro. Precauzioni e rimedi contro la diarrea in viaggio Un ulteriore misura che può semplificare notevolmente la vita in questi contesti è quella che prevede una copertura probiotica specifica con ceppi che si mostrano particolarmente efficaci nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni batteriche intestinali.